skip to Main Content
Come Realizzare Una Brochure Che Converta: I Nostri Consigli

Come realizzare una brochure che converta: i nostri consigli

Quante brochure ti sono capitate tra le mani e hai buttato nel cestino più vicino? Non tutte le brochure sono progettate sapientemente. Molte risultano noiose, prolisse e caotiche. Lo sapevi che anche una brochure b2b cartacea può diventare un potentissimo strumento di lead generation? Eh, sì una brochure aziendale può convertire i tuoi lead in clienti preziosismi. Ma come? Ecco i nostri consigli.

Come realizzare una brochure che converta: la copertina prima di tutto

Che cosa ti fa preferire una brochure da un’altra? Semplice, la copertina. È il motivo che induce il cliente a prenderla in mano e sfogliarla. Un’immagine o una grafica accattivante è più efficace di una congerie di testo. L’immagine di copertina deve coinvolgere e provocare un’emozione. Cosa devi fare?

  • Usa una foto che metti in evidenzia il prodotto o il servizio che stai vendendo.
  • Ritrai persone che amano i tuoi prodotti o servizi.
  • Un titolo efficace o una piccola didascalia sulla copertina forniscono ai clienti informazioni sufficienti per aprire e sfogliare la brochure.

Il nostro consiglio è di scegliere sempre la semplicità: copertina pulita, pochi elementi grafici (logo, titolo, immagine). Ricordati degli spazi bianchi: un cliente sarà più propenso a leggere una brochure chiara e coerente. Non strafare, lascia respirare le tue pagine!

Hai paura di cadere in qualche errore? Hai già letto i 7 errori da evitare per creare una brochure di successo? Se non l’hai ancora fatto, se in tempo per rimediare!

Mettiti nei panni del tuo cliente ideale

Una brochure è vincente quando sa con precisione a chi vuole parlare. Scrivi per trasmettere un messaggio ad un target preciso: non puoi dire tutto a tutti. Quindi, mettiti nei panni del tuo interlocutore ideale: quali sono i suoi bisogni? I suoi desideri? I suoi sogni? Ricordati che la brochure non è uno strumento per vendere, ma per coinvolgere i tuoi clienti.

Usa il “tu” per entrare in empatia con chi leggerà la tua brochure: rendere il testo più personale ti permetterà di stabilire subito una relazione con il cliente.

Non dimenticarti che il tuo obiettivo è di continuare a guadagnare attenzione e indirizzare il cliente al prossimo passo: l’acquisto.

Non dimenticare una call to action originale

Inserire una call to action alla fine della brochure è un modo per portare il cliente a compiere le azioni che desideri. Assicurati che le persone comprendano chiaramente i vantaggi dei tuoi prodotti e servizi.

Per esempio, se la tua brochure aziendale sta offrendo piscine gonfiabili, usa un’immagine che mostra una famiglia felice che condivide un fantastico party in giardino. Quindi, nel tuo invito all’azione, invita il tuo interlocutore a contattarti per ottenere una piscina che renderà ogni serata perfetta come quella della tua foto.

Allora, riprendiamo in mano la nostra vecchia brochure? Sei pronto a trasformare i tuoi lead in clienti? Brochure Design ti sta aspettando!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top